lunedì 5 ottobre 2015

Ottime letture #7

Ottime letture è una rubrica mensile nella quale accorpo tutte le migliori letture che ho fatto. Vi consiglio libri e fumetti di ogni tipo e per ogni gusto.
Vi ricordo che potete trovare tutte le recensioni sul mio profilo Goodreads.

Topostorie 7 - Halloween!

Cover Topostorie 7 - Halloween!Io amo Halloween.
Il punto è che in Italia questa festa non si vive allo stesso modo che negli USA, da un po' di anni la situazione sta cambiando ed il 31 ottobre è meglio rifornirsi di dolci ma il tocco horror non è ancora così evidente. Così per anni e anni sono andata alla ricerca di qualche festa interessante e ho scoperto che è molto meglio spararsi una maratona di film ingozzandosi con dolcetti che sperare nell'atmosfera americana. Insomma meno male che c'è Tumblr con tutte le varie foto di zucche e foglie autunnali.
So bene però che siamo appena a settembre quindi magari è un po' presto per pensare ad Halloween, però il mio amore spontaneo si è manifestato in tutta la sua grandezza dopo aver trovato questo volume. Non l'ho comprato in edicola ma bensì in una fumetteria che ha tutti gli arretrati. E anche questa raccolta delle Topostorie mi ha piacevolmente sorpresa.
Ci sono due storie di Carl Barks che è l'unico autore americano che appare, la sua presenza ha molto senso poiché come detto prima è una festa nata e pensata per gli Stati Uniti. Le sue storie ovviamente sono capolavori.
Poi come ciliegina sulla torta appare anche Don Rosa con una storia che contiene riferimenti alla storia di Barks Paperino e le forze occulte.
Infine ho trovato una storia che avevo letto da piccola ovvero Zio Paperone e un Halloween... speciale. Non so come ho fatto a ricordarmene.
In questo volume prevalgono con mia somma gioia le cronache di Paperopoli.
Lo stile grafico delle storie varia tantissimo infatti anche le storie con protagonista Pippo sono molto particolari (inutile dire che preferisco Pippo su tutta la linea rispetto a Topolino). E Pippo si scontra anche con alcuni personaggi de Alice nel paese delle meraviglie.
Poi vorrei anche sottolineare la coerenza con la quale le storie sono collegate perché il filo logico non si perde mai.
Insomma questa collezione che sta uscendo attualmente della Disney è davvero un piccolo tesoro.

Il libro delle cose nuove e strane - Michel Faber

Di questo libro ne ho sentito parlare tantissimo e già mi reclamava quando non era ancora stato tradotto. Faber è lo stesso che ha pubblicato un'altro libro di un certo successo ovvero Il petalo cremisi e il bianco. Devo dire che quel libro non mi ha mai ispirata né per ora sono intenzionata a leggerlo. Semmai leggerò qualcosa di suo sicuramente sarà Sotto la pelle.
Questo libro in teoria parla d'amore ed in pratica di molta religione. Peter e Bea sono innamoratissimi, sono sposati e... presto si dovranno lasciare. Peter partirà verso un nuovo pianeta chiamato Oasi nel quale dovrà diffondere la buona novella. So già cosa state pensando ma non è come credete perché la realtà è che l'USIC (la compagnia che lo ha assunto) è una specie di Southern Reach. Infatti Peter dopo aver passato un po' di tempo con gli "alieni" si accorge che c'è qualcosa che non va nel gruppo di ingegneri (e altri) che già risiedevano lì. Perché sono state quindi scelte quelle tipologie di persone a discapito di altre? Le risposte, assieme alle domande, non tarderanno ad arrivare.
Allora principalmente come ho detto prima mi aspettavo un romanzo che parlasse d'amore, e ne parla effettivamente, ma è un'amore mieloso e possessivo, ecco perché della storia d'amore mi sono stancata presto. Mi aspettavo di più da questo punto di vista perché il romanzo è stato scritto in un periodo particolare della vita di Faber, ovvero mentre sua moglie stava morendo.
Poi abbiamo il fattore fantascientifico che direi essere a tutti gli effetti il più interessante assieme al tema della religione e del dubbio lecito che qualcuno lassù esista.
Comunque nel corso della storia la relazione tra Bea e Peter si sgretola proprio perché c'è un divario assurdo tra i due pianeti, e dalle prima lettere della moglie avevo già capito cosa stava accadendo sulla Terra, ecco perché non mi ha stupita moltissimo il finale. Sinceramente però avrei preferito qualcosa di diverso, qualcosa che si affiancasse alla fine che ha fatto il pastore precedente. Sarebbe stato più una sorta di "il destino che si ripete all'infinito", non so l'avrei trovato più poetico.
Quindi è un romanzo molto interessante che non mi ha soddisfatta appieno. Una cosa è certa: la scrittura di Faber è molto scorrevole quindi questo libro si divora facilmente.
Le opinioni comunque su Il libro delle cose nuove e strane (il nome si riferisce alla Bibbia) sono molteplici ed io mi pongo in una via di mezzo. Questo libro darà vita a discussioni molto interessanti, me lo sento.
Il libro l'ho letto grazie al servizio bibliotecario digitale MLOL.

Deadly Class 1987 - Volume 1

Avevo letto un'anteprima di questo volume lo scorso mese, mi ispirava ma avevo comunque dei dubbi perché l'edizione, seppur curatissima, costa parecchio. Ed invece mi son dovuta ricredere, non solo per gli amanti degli action ma semmai si qualifica come un'esperienza unica per gli amanti dei "pipponi" ed il nostro protagonista di certo non si risparmia. Certo c'è la droga, c'è la ragazza da amare, ci sono le botte ed il sangue ma lui è un mix tra un adulto depresso ed un ragazzo insicuro. Non ho amato il protagonista ma i personaggi di contorno, le tavole, la narrazione furiosa, i riferimenti cinematografici e musicali sono proprio nelle mie corde...
Questa nuova uscita della Panini mi ha davvero divertita ed intrattenuta senza scadere nelle solite banalità di genere. Ho scoperto poi che è una serie quindi vorrei leggere anche il secondo numero. Ripeto in seconda istanza che la parte estetica è davvero curata e "cartonata".
Come dire: è il fumetto di cui avevo bisogno al momento giusto e nel posto giusto.

Wet Moon - 1

Di Wet Moon ne ho sentito parlare in lungo e in largo e mi sono innamorata ben prima di leggerlo di questa tavola. Il punto è che io con Kaneko ho un problema: o è troppo confusionario o così macabro da far incazzare. 
L'unico volume in cui davvero l'ho apprezzato senza remore è stato R, ovvero una raccolta di storie brevi che dovreste seriamente recuperare.
Non che Wet Moon non mi sia piaciuto, anzi. Ma proprio come con Soil devo leggere tutti i numeri prima di capire dove voglia andare a parare questo pazzoide di mangaka. Per ora i riferimenti cinematografici e i simbolismi del primo volume intrigano per bene ma so già che questo sarà soltanto l'inizio. Perciò mi aspettano viaggi (mentali) lunghissimi prima di riuscire ad afferrare anche solo poche parti della verità. Da comprare e scoprire per ciò che mi riguarda, anche se non avete mai letto altre opere di Kaneko rischierete di innamorarvi lo stesso, o di ossessionarvi decidete un po' voi.
In più: si compone di soli 3 volumi.

venerdì 2 ottobre 2015

Preferiti del mese #8


Lo dico subito.
Il film più bello che ho visto questo mese è quello di cui tutti parlano perciò non mi va di aprirci un dibattito sopra. Secondo me sono già state spese molte (bellissime) parole su quella pellicola.
Ma non rinuncio alle serie tv e ho potuto cominciare e riprendere alcuni telefilm...

LE SERIE DEL MESE

Voglio proporvi una tripletta formidabile.

Scream Queens

Anche questa è una serie di cui tutti parlano perciò non dirò molto e anche in questo caso sono state riversate tante parole sul web, che io a volte ho letto ed a volte no. 
Che dire quindi? 
Una delle trashate più divertenti, tragicomiche, "di denuncia" e modaiole che abbia mai visto. 
Sinceramente considerando che si tratta di Ryan Murphy all'inizio ero parecchio scettica proprio perché le ultime stagioni di American Horror Story non sono state esattamente adatte al mio palato, qui invece ho trovato tutto quello che mi piace degli horror movie (college, adolescenti, fighette da scalate sociali) ingigantito e sfruttato al massimo. E poi Emma Roberts non è la bitch perfetta sempre? Anche in AHS aveva fatto sentire prepotentemente la sua presenza e qui non poteva che essere la protagonista assoluta.
La compare più gentile e "buona" appena arrivata non mi dispiace, l'avevo vista in un altra serie per adolescenti se la mente non mi inganna. Abigail Breslin è stata inserita in un ruolo che non le se addice. Peccato: lei è una grande attrice.
Le prese in giro razziste poi fanno la loro porca figura. 
Insomma tra Nick Jonas e volti noti nel mondo del grande schermo a questa serie non manca assolutamente nulla per diventare il mio guilty pleasure di punta. Speriamo che Murphy riesca a mantenere il livello.

Les Revenants (stagione 2)

Sì lo so è uscito un solo episodio e io l'ho beccato assolutamente per caso. Erano due anni che attendevo il ritorno dei ritorni. O dei morti viventi?
Queste sono domande a cui è difficile rispondere.
Il primo episodio parte lentamente ma verso la fine ingrana e la tela del ragno diventa davvero grossa, così grossa che è facile cadere in confusione. Infatti l'ultima puntata era finita in un modo quanto mai inspiegabile. 
Les Revenants è una di quelle poche serie che si guardano e basta, è inutile che vi racconti la trama. Godetevi da voi gli splendidi paesaggi minimal e freddi. Addentratevi in un mondo che promette di diventare sempre più complicato e sempre più inquietante. 



Inside Amy Schumer

Amo follemente le comiche americane che impazzano ora (ho come punto di riferimento Kristen Wiig). Questa serie altro non è che una raccolta di sketch comici trasmessi da Comedy Central in cui tutto ruota appunto attorno ad Amy Schumer, una donna che ha opinioni molto serrate sul sesso, sulla solidarietà femminile e sul razzismo. 
E indovinate un po'? 
E' tutto molto politicamente scorretto. 
Magari è un tipo di comicità che non può piacere a tutti. Capisco che la parte grottesca sia considerevole ma da parte mia sono partite solo delle grandi risate. 
Tutto questo entusiasmo mi ha portata a vedere Un disastro di ragazza, film che lei ha sceneggiato e nel quale è protagonista. Purtroppo mi ha deluso parecchio ma la stessa cosa non si può dire di questo telefilm. Non sarà brava come sceneggiatrice ma sa benissimo come far sorridere le "vittime" delle sue interviste.

FISSE MUSICALI

Fisse musicali altro non è che una playlist mensile in cui raccolgo le migliori scoperte musicali ascoltate durante il mese. La playlist è presente sul mio canale Youtube, dove potete trovare anche le playlist dei mesi passati.
Settembre è iniziato con Taylor Swift (e quel figone nel video), è proseguito con un simpatico Colapesce ed è partito definitivamente con un singolo molto carino di Troye Sivan.
Pharrell Williams non poteva mancare e di certo non lascio fuori il nuovo inquietante video di Stromae. Cesare Cremonini mi ha incantata con il nuovo sound del suo ultimo singolo ed ho adorato il video. C'è poi Levante con una canzone amara e comica al contempo. 
Sto ascoltando troppa musica pop mi sa perché nelle fisse ci è finita pure Ellie Goulding, fate un po' voi.
Ho dovuto inserire gli Years & Years per forza di cose. 
Infine si termina al top con due canzoni di Lana Del Rey tratte dal suo nuovo album Honeymoon.
Sotto la playlist:



FOTO DEL MESE

Ovvero libri che non riuscirò a leggere in quantità, alcuni li ho comprati giusto perché volevo possederli, meno male che già li conosco.

Un "paccone" di Libraccio. Ammirateli.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...