domenica 12 luglio 2015

Da ricordare: El secreto de sus ojos

Sarà forse per il caldo ma ultimamente non ho voglia di scrivere recensioni, perciò da qui nasce l'idea per una nuova rubrica "Da ricordare", ovvero quei film, quelle serie o quei libri che sono assolutamente da tenere a mente. Per lo più mi limiterò ad appiccicare immagini e citazioni che riguardano il film in questione (anche gif!). Vedetelo come un grandissimo collage. 
Comincio con un immenso capolavoro che ho rivisto oggi, proprio perché sto leggendo il libro in questi giorni. Per di più amo Darín e vedere i film nella mia lingua nativa è sempre un gran piacere. Questo film è un orgoglio nazionale. Mi scuso fin da subito se alcune citazioni sono in spagnolo, mi sembrava giusto così. Difatti anche il titolo del post ho deciso di lasciarlo in originale.
Ovviamente se non volete anticiparvi nulla e non avete visto il film vi consiglierei di vederlo e poi tornare qui.



Il segreto dei suoi occhi è un film argentino del 2009 diretto da Juan José Campanella. Tra gli interpreti figurano Ricardo Darín, Soledad Villamil e Pablo Rago.
Il film si basa sul libro omonimo di Eduardo Sacheri, edito in Italia da BUR Biblioteca Univ. Rizzoli.

Trama: "Benjamín Espósito è un assistente del Pubblico Ministero in pensione. Dopo una vita passata a rincorrere assassini decide di dedicarsi completamente alla stesura di un romanzo. Per farlo ripensa al vecchio caso Morales degli anni Settanta, archiviato dalla polizia negli scaffali polverosi dello stato, ma per lui rimasto sospeso in un tessuto di pensieri senza possibilità di scioglimento. La morte della ragazza, stuprata e uccisa brutalmente da un conoscente che rimarrà impunito, lascia nello sconforto Ricardo Morales, il novello marito, apparentemente tranquillo ma in fondo assetato di vendetta. Nel percorso all'indietro di Esposito, si inserisce anche l'amore per Irene, segretaria del Pubblico Ministero, sentimento nato e negato, mai vissuto."




“No piense más, no piense más, ¿Que importa? Mi mujer está muerta, su amigo está muerto, Goméz también está muerto…Todos muertos, no le dé más vueltas. Va a empezar con "si hubiese estado, si no hubiese estado…”, va a tener mil pasados y ningún futuro. No piense más, hágame caso. Se va a quedar solo con recuerdos". 















13 commenti:

  1. Ricordo che divise, perché in lizza - quell'anno - c'erano film bellissimi.
    Ricordo che l'ho visto e che non me lo ricordo: blackout totale. Prima dell'arrivo dell'inutile remake - che sarà in utile, ma nel trailer mostra una Roberts bravissima - lo (ri)guarderò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preferisco considerarlo fuori dal contesto degli academy XD
      Il remake me lo salto a piè pari ;)

      Elimina
  2. Film bellissimo, senza se e senza ma.
    Sentito e dolente, con un Darin bravissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 spero di scovare il dvd da qualche parte

      Elimina
  3. Quando gli Oscar servono... senza il premio dell'Academy probabilmente in Italia non sarebbe mai uscito: e sarebbe stato un peccato perchè è davvero un bel film.
    Non oso pensare al remake americano :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che ho scoperto che tra i possibili nominati c'era anche il primo film di Dolan? Che anno arduo che fu quello mamma mia XD

      Ti dirò del remake non ho visto neanche il trailer. Questa notizia l'ho scoperta ieri più o meno.

      Elimina
    2. Già... e c'erano pure "Il nastro bianco" di Haneke e "Il profeta" di Audiard. Troppa grazia! :)

      Elimina
  4. Super super super film. Bellissimo.
    Il remake ammerigano lo boicotterò anche io.
    No se puede imitar una obra maestra. :D
    Ho scritto giusto in spagnolo? ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai scritto benissimo.
      #NoRemakeUSA

      Così come rifiutai di vedere Oldboy anche a questo giro rifiuto u_u

      Elimina
  5. Mi piace questo nuovo "format" per i post ^_^
    Non conoscevo questo film, nè sapevo dovessero farne un remake.
    Dato che sto studiando spagnolo all'università mi è sempre utile mettere da parte dei titoli da poter vedere o leggere in originale per esercitarmi. Di solito preferisco leggere, ma mai dire mai XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yee grazie per il feedback sul format :)

      Non saprei quanto ti possa essere utile per esercitarti sullo spagnolo essendo che in Argentina lo spagnolo non è proprio quello di Madrid. Anzi a Madrid a malapena li capivo gli spagnoli e li trovavo per la maggiore assai comici.

      In qualunque caso è un capolavoro <3

      Elimina
    2. Di nulla! :D

      Eh si, so di questa differenza ed in effetti sopeattutto la pronuncia, anche a noi meno esperti, suona un po' bizzarra quando passiamo dallo spagnolo "iberico" alle varianti sud americane xD

      Elimina
    3. Mi fa piacere che tu percepisca la differenza! Ciò che però mi fa più imbestialire sono coloro che non fanno differenza tra Spagna ed Argentina (proprio geograficamente) e per di più pensano che là faccia caldo sempre. Un po' di geografia in più nelle scuole non farebbe male XD

      Elimina