mercoledì 29 luglio 2015

Cinema: Copenhagen (2014)


Laddove l'amore soporifero di 5 to 7 mi sembrava artefatto questo Copenhagen mi ha fatto ricredere per l'ennesima volta sui film romantici, ha colpito e trapassato senza difficoltà alcuna il mio corazón.
Lo voglio comparare a quel film perché tecnicamente è la "bellissima" commedia romantica che tutti stanno osannando, eppure io due così non li vorrei mai incontrare in vita mia: belli, perfetti, finti da fare schifo, snob e intelligenti. Si vede poco che son sempre fuori dal coro eh?

Invece questi due (William e Effy) sono più realistici, più incasinati. E' difficile non affezionarsi a loro.
William va ormai sulla soglia dei 30 anni (ricordatevi la sua eta che è importante!) e ad inizio film mi stava parecchio sulle palle, eppure Effy tirerà fuori la sua parte migliore. Ma al primo incontro ci arriviamo con calma. 
William è a Copenhagen in viaggio con il migliore amico e la ragazza a carico, che ha una "bitch face" assurda sin dalla prima inquadratura. William è un tipo solitario, immaturo e guai a non trovarsi una ragazza a notte (tipo noleggio).
Il migliore amico decide di fare tappa subito a Londra per sposarsi con la fidanzata lasciando così da solo William che in realtà è lì per cercare il padre, chiede aiuto ad una ragazza che "lavora" lì. Quella ragazza (direi ragazzina) è Effy. William passa la giornata insieme a lei ma poi Effy gli rivela che ha la metà dei suoi anni, ovvero 14.
Grandissimo shock per qualsiasi spettatore. E qua mi fermo.

Di questo film ho amato la caratterizzazione dei personaggi, infatti la crescita personale di William è sorprendente. Ho amato le biciclette. 
Il cast è meraviglioso, la ragazzina è semplicemente adorabile.
La colonna sonora è epica, con un sacco di canzoni tutte in danese, in particolare Gin & Snus di Lars Halvorsen regge la baracca. E' la canzone più significativa perché è quella che viene cantata da Effy nella scena del karaoke. Non sto qui a raccontarvela, è una delle scene più belle di tutto il film.
Ah, karaoke e cinema. Che bella combinazione. Vi ricordo già che ci siamo di godere di queste scene in film come Mommy o I sogni segreti di Walter Mitty.

Karaoke appunto. E occhiate intense. Love is in the air.

Di questo film praticamente l'unica cosa che non è stata sfruttata bene è la fotografia, abbastanza anonima e "classica" eppure con tutte le luci (sopratutto notturne) di questa fantastica città si poteva creare qualcosa di davvero unico. 
Per essere un'opera prima è davvero matura e con uno svolgimento inaspettato, in particolare il finale è azzeccatissimo. 
Poi il fatto di corredare la ricerca con delle foto l'ho trovato molto simbolico. 
Il regista sottolinea anche la indole "da perfettini" degli abitanti della Danimarca, infatti mentre viviamo un momento tristissimo nel quale William brucia le uniche foto del padre che possiede e le butta nel fiume si avvicina subito una signora incavolata per il fatto che stia inquinando.
Una delle cose poco realistiche del film è sicuramente il fatto che Effy possa stare fuori tutta la notte e nessuno glielo proibisca. Se facevo io una cosa del genere a quell'età mia madre me le dava più furiosamente del solito. L'unica cosa che mi era permessa a 14 anni era fare il giretto del quartiere con gli altri ragazzini di sera.

Insomma film perfetto in conclusione, non solo per gli appassionati dei film romantici e non consigliabile esclusivamente per il periodo delle vacanze.
Vista la tematica mi ha ricordato lo struggente film d'animazione Il giardino delle parole.
L'ho amato anche nelle sue piccole imperfezioni, apprezzando sopratutto il susseguirsi veloce delle vicende accatastate quasi tutte in due giorni.
Chissà che questa storia come tante (raccontata in modo sublime, semplice e diretto) non vi lasci anche una bella lezione di vita.

P.S.: ho scritto troppo "amato" e "amore" ma facciamo finta di niente.

4 commenti:

  1. Io ho adorato questo film e i suoi due protagonisti.
    Però pure i due tizi "finti da fare schifo" di 5 to 7 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io no papappero XD

      Film troppo pretenzioso per i miei "gusti basic" u_u

      Elimina
  2. Mi è piaciuto un pelino di più 5 to 7, sarà che la commedia alternativamente romantica mi piace chic, inarrivabile, da romanzo, ma questo Copenaghen è una chicca. Adorabile. Purtroppo mi ero perso il tuo posto, ma per fortuna sono arrivasto lo stesso in questa magica Danimarca. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto che ti è piaciuto molto (stessa storia col cannibale) ma a me quei personaggi così sicuri di sé stessi e narcisi hanno stufata ad inizio film.

      È tutta una questione di prime impressioni alla fine :)

      Elimina