mercoledì 11 marzo 2015

Sfighe e Mantova comics

La giornata parte così (domenica 8): si va al Mantova comics finalmente!!!
Mi sveglio e fin lì tutto bene, arrivano i primi dolori ma non ci faccio caso anche se nel viaggio in macchina sono piegata in due, rimetto ma dico che tanto non è nulla saranno i dolori mestruali, però strano non si era mai arrivati a tanto. Cambio idea e finiamo in ospedale, dopo poco mi sento meglio, mi danno il codice verde e decido di andare in fiera lo stesso. E nulla... mi compro Feral Children. Quelli di Manticora (carinissimi) mi dicono se passo dopo così ho l'autografo. Io dico di sì. A proposito: L'orgoglio di Leone l'avevano esaurito, sigh. Ma va tutto bene, i dolori sembra che non ci siano più. Ed invece no; tornano, vedete questa foto qua sotto? 


[Ho incontrato Giacomo Festi di persona del blog Recensioni Ribelli, ciao!] Ecco qua sembro ancora ancora decente, ma 12 ore dopo passerò una nottata tremenda reggendomi la pancia da seduta in preda a delle fitte che non credevo di sopportare. Ok, ma torniamo a Mantova. Mi siedo e rimango seduta per un'ora più o meno. E basta si va di corsa verso l'ospedale di Carpi. Io continuo ad urlare. Fanculo la fiera! Toglietemi 'sta cosa che non riesco a camminare! Ma la domenica è dura e le operazioni le fanno il lunedì, ancora non considerano la mia una emergenza, qual'è. Il lunedì, dopo una visita in cui tra un po' invitavano pure quelli del bar a vedere le mie parti basse, finalmente mi danno l'ok per l'operazione. Mi tolgono una ciste da 10 centimetri che proprio per la sua grandezza cercava di girarsi rischiando di ammazzarmi un'ovaia. Ma le cose vanno alla grande. L'operazione riesce e l'ovaia rimane lì. E' stata dura alzarmi la prima volta e ho odiato particolarmente il catetere. Che per una che odia gli aghi e il sangue ben esposto è un'utopia. Quindi sì questa cosa che mi è successa mi è stata utile per capire che sono molto più coraggiosa di quello che penso. E poi non ho più quella bestia in corpo, cosa che potrebbe tornare utile alla mia pelle massacrata da anni e anni di acne. In queste poche righe non sono riuscita a raccontarvi tutto quello che ho provato sul momento, anche perché sono stata travolta e ho agito di conseguenza. Non potevo focalizzarmi troppo sull'ansia. Capirete anche voi che non aiuta per niente [ancora 10 giorni per tornare come prima]. Ho conosciuto "vicini di sventura" interessanti, tra l'altro. Bene ora mi fermo che se no rischio di diventare pure positiva. 
E voi ci siete mai stati al Mantova comics? O collezionate "avventure" come la mia?


Per finire in bellezza: gli acquisti migliori.

9 commenti:

  1. Spero che tu possa stare bene!
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  2. Accidenti, mi dispiace per questo incidente proprio durante Mantova Comics.
    Ma sono sicuro che stai già meglio visto che riesci a scherzarci sopra.

    "una visita in cui tra un po' invitavano pure quelli del bar a vedere le mie parti basse" :D :D :D

    RispondiElimina
  3. Felicissimo che tu ora stia meglio :) ed è stato un piacere conoscerti!

    RispondiElimina
  4. @Luca: sdrammatizzare sempre e comunque XD

    @Jean: :D

    RispondiElimina
  5. Ma povera, che "avventura" tremenda! T___T
    L'importante è che ora tu stia meglio!
    (comunque Jack comincerà a collezionare foto di blogger, anche il mio post su Lucca cominciava con un nostro ritratto!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può capitare XD

      Infatti quel post l'avevo letto :)

      Elimina
  6. Mi dispiace tantissimo per questa tua dolorosa disavventura >__< spero ti rimetterai presto! :)
    Per motivi geografici non sono mai stata al Mantova Comics purtroppo!
    Mentre, per fortuna, non ho mai avuto problemi improvvisi di questo tipo (fino ad ora almeno...!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto già molto meglio. Il peggio è andato :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...