venerdì 9 gennaio 2015

Premio "My cup of Tea" 2014


Di solito non partecipo a queste cosine. Ma questa mi sembrava una bella iniziativa perché non si premiano le opere più belle (quindi le cosiddette classifiche che io faccio molta fatica a creare, e mi rompono anche un po') ma bensì quelle a cui non davamo un soldo di cacio ed invece hanno saputo sorprenderci. Ho aggiunto alcune categorie rispetto al post originale dal blog di Yue che potete leggere qui. E trascrivo di seguito l'introduzione.

"Ed eccoci arrivati alla seconda edizione del premio "My Cup of Tea". Questo premio è nato un anno fa, con lo scopo di celebrare non l'opera più bella del 2014 (troppo facile) ma piuttosto, quella che più vi ha sorpreso, contro ogni aspettativa

Invito caldamente tutti i miei amici blogger a partecipare, assegnando i loro personali My Cup of Tea.  Basta riportare a inizio post il bannerino con la tazzina, e citare l'opera  vincitrice con un breve  (o lungo!) commento sul perché è stata scelta. Quest'anno non ci sono limitazioni : il premio può essere assegnato ad un fumetto, ad un libro, ad un film (o telefilm), sia editi/distribuiti che inediti in lingua italiana. Insomma, potete tranquillamente sbizzarrirvi!".

Vi invito quindi a partecipare anche io!

IL FUMETTO


Per questa categoria ho scelto Compagni di classe di Nakamura Asumiko. In realtà il manga non è proprio del 2014 ma è uscito l'anno scorso in Italia quindi mi sono presa qualche libertà. Il volume unico fa parte di una specie di "saga" che finisce appunto con Occupation to Beloved che si è concluso pochissimo tempo fa. Dell'opera qui ne ho già parlato però mi ha sorpresa per la sua poesia e delicatezza nel trattare l'argomento, che sono particolarità difficili da trovare nei yaoi. I disegni sono meravigliosi e nessun personaggio fa la "macchietta" della situazione. Si percepisce che sono persone vere con tanti problemi (per esempio attacchi di panico e in un yaoi temi del genere non ne ho mai visti, purtroppo). La Asumiko ha dimostrato anche di saper passare dai temi soft a storie decisamente più intricate e dure, come Coponicus no Kokyuu e The Inheritance of Aroma sapendo dare un tratto psicologico/poetico anche ad uno dei generi più sottovalutati nel mondo dei manga; il yaoi. Il suo tratto è unico. Compagni di classe non cade in facili luoghi comuni e anche per questo l'ho adorato.

IL LIBRO


Scelgo Il baco da seta di Roberth Galbraith (J.K. Rowling in realtà). Il libro è il seguito de Il richiamo del cuculo. Il primo mi era piaciuto molto ma per questo seguito mi aspettavo un copia incolla. Invece anche questo capitolo della saga mi ha intrattenuta e divertita. Sopratutto a causa delle atmosfere londinesi. Non sarà la sorpresa di quest'anno, ma è un guilty pleasure efficace. La verità è che nel 2014 ho letto pochi libri del 2014. E con tutta probabilità succederà lo stesso anche nel 2015.

IL FILM D'ANIMAZIONE


Anche qui ho vacillato e volevo scegliere La storia della principessa splendente. Ma non sarei stata del tutto sincera e quindi il mio premio va a Il giardino delle parole di Makoto Shinkai. Il film è uscito in Giappone nel 2013 ma qui in Italia è stato distribuito nel 2014 (ed è uscito anche lo splendido DVD). Del film ne ho già parlato e l'ho considerato un vero capolavoro. All'inizio l'ho sottovalutato forse a causa della trama ma dopo la visione mi sono dovuta giustamente rimangiare tutto. Questo film mi ha introdotta anche verso le opere di Shinkai, infatti qui gli avevo dedicato un post tutto suo con qualche considerazione a 360° su tutto ciò in cui ha messo le mani.

LA SERIE ANIME

Di anime nell'anno appena concluso ne ho visti molti. Ma moltissimi non erano del 2014. La vera sorpresa è stato Zankyou No Terror di Watanabe (nello stesso anno è uscito Space Dandy che non ho ancora finito di vedere quindi non mi sembrava giusto inserirlo). Partivo piena di pregiudizi principalmente per le recensioni negative in rete. Ed invece durante l'estate ha saputo intrattenere senza risultare del tutto banale o vuoto. Il vero capolavoro dell'anime non è tanto la storia in sé che in molte puntate si perde ma semmai la colonna sonora. Ogni nome di ogni canzone è islandese, come la bellissima Von (significa speranza) cantata appunto in islandese o il pezzo al piano Walt. Per non parlare di Is di Pop etc. in una delle scene che ho apprezzato di più: i due protagonisti sulla motocicletta che ridono mentre parlano di far esplodere il mondo. La sigla di chiusura e l'opening poi sono un'altra nota positiva nella colonna sonora. Sotto vi lascio tutte le canzoni.


IL FILM


Vorrei premiare The Babadook. Innanzitutto perché è uno splendido film horror/thriller. Ho adorato le atmosfere e la storia. Oltre alla splendida interpretazione della madre e poi anche perché è un horror tutto al femminile di una regista australiana. E per me più donne ci sono nel mondo del cinema meglio è. E' stata una sorpresa perché mi aspettavo il solito filmetto brutto che non inquieta neanche un pochino. Ed invece il lato psicologico e psicopatico c'è, eccome se c'è. Ed era esattamente la visione che cercavo in quel momento. 

LA SERIE TV


Avrei detto Faking It (solo la prima stagione, che nella seconda Karma è insopportabile) così a caldo, per il mio amore per Rita Volk e per le tematiche nuovissime e inedite che porta nel mondo dei giovincelli. Però forse risulto troppo banale e ne ho già parlato, quindi scelgo Mozart in the jungle, avevo visto la prima puntata in estate, poiché Amazon aveva tirato fuori vari pilot e da lì si sarebbe deciso quale serie avrebbe continuato. Il pilot non mi aveva detto granché ed invece vedendo gli altri episodi usciti a gennaio devo ammettere che sono stata catturata dalla figura di Rodrigo. Nel cast c'è anche Malcolm McDowell giusto per non farci mancare nulla. La serie dovrebbe essere un connubio tra: musica classica, droga e sesso. Ma invece dopo il primo episodio questa tripletta va pian piano scemando. E devo dire che a me va benissimo così. 

LA SERIE TV D'ANIMAZIONE


Quest'anno, sono arrivata in ritardo lo so, ho scoperto seriamente Adventure Time. Prima ne avevo visto qualche puntata ma non mi piaceva. Invece ad una seconda occhiata più attenta sono diventata una super fan, ho riempito la casa di fumetti, omini e DVD perché mi ha letteralmente catturata. La serie non è nata nel 2014 ma va avanti tutt'ora e la seguo in inglese, che oltre a far più figo si ride di più con le stranissime pronunce di Lemongrab. 
(Nel 2014 oltre ad aver scoperto Adventure Time, grazie a quest'ultimo ho visto Over The Garden Wall e Bee and Puppycat che ci azzeccano molto, io vi dico solo i nomi eh).

Se anche voi partecipate a questa iniziativa citate Yue e lasciatemi un commentino qui sotto con il link che sono curiosa di sapere quello che vi ha sorpreso nel 2014!

10 commenti:

  1. Uhm non ho visto/letto praticamente niente di questa tua lista delle sorprese. Su Mozart in The Jungle, dopo aver visto il pilot, ho delle belle sensazioni e spero possa sorpredermi. In generale bella iniziativa, se non fosse che mi sono affossato da solo coi classificoni avrei partecipato. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche Adventure Time? XD

      Avevo anche provato a fare una classifica tramite un video ma dopo poco ho gettato la spugna.

      Elimina
  2. Ottima scelta "Compagni di classe"! Io sapevo che l'avrei adorato quindi non poteva starci nel "cup of tea" ma mi fa davvero piacere che ti ha sorpreso molto^^
    "Faking It" ho provato a vederlo, spinto da un'amica che mi aveva fatto una testa tanta ma purtroppo non è proprio scattata la scintilla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto meglio Mozart in the jungle di Faking It. Anche se Faking è comunque indirizzato ad un target diverso quindi o che ti piacciono le cosine trash un po' teen o che non conquistano del tutto. Più che altro avevo iniziato a seguirlo per Rita Volk, lei è una Dea *__*

      Elimina
  3. Il film mi sembra interessante.. me lo segno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti può interessare (quella parte del testo rimanda al link in rosso) ne ho scritto un pochino di più qui: http://nonlosoadesso.blogspot.it/2014/11/the-babadook-di-jennifer-kent.html. Ma non guardare il corto prima del film che ti rovini il finale :D

      Elimina
  4. Appena faccio mente locale mi inserisco anche io nel meme *^* mi piacciono tantissimo!

    Compagni di classe è davvero un piccolo gioiellino <3 io lo adoro! Non lo aggiungo solo perchè quando l'ho preso sapevo già che lo avrei adorato perchè lo avevo già letto XD Vorrei recuperare La principessa splendente e il giardino delle parole invece :)
    Della Rowling dopo HP non ho letto altro perchè le recensioni negative e le trame poco invitanti mi avevano fatta desistere >-< se mi dici che il richiamo del cuculo non è da buttare, quasi quasi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è male ma è solo puro intrattenimento ecco se ti interessa qualcosa di più serio potrebbe piacerti Il seggio vacante ;)

      Elimina
  5. Belle scelte, de Il Giardino delle Parole ne ho parlato anch'io sul mio blog, tra l'altro scrivendo il post a caldo dopo aver rivisto il film in Blu-Ray, e sono d'accordo sul fatto che si tratti di un vero capolavoro! Mi è rimasto davvero impresso!

    Zankyou no Terror invece è stato abbastanza sotto le aspettative per la storia (vabbè che in confronto alle altre schifezze che sono uscite quest'estate...), ma le musiche di Yoko Kanno meritano sempre e comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere per Il giardino delle parole :)

      Per Zankyou sono molto d'accordo ma non volevo scegliere qualcosa di troppo banalotto. E devo dire che non partivo con aspettative altissime quindi magari proprio a causa di ciò l'anime è stata una sorpresa non male. Anche se Space Dandy merita molto di più.

      Elimina