sabato 10 gennaio 2015

#FumettiSpicci: Seconds


Titolo: Seconds
Autore: Bryan Lee O'Malley
Anno: 2014
Editore: Rizzoli Lizard
Costo: 17 euro (14,45 euro su Amazon, usato a 8,50 euro su Libraccio)

Trama: Katie fa la chef: da qualche anno dirige la cucina di un ristorantino chiamato Seconds, ma lavora duro per aprire un locale tutto suo in un vecchio edificio lungo il fiume, nel quale ripone tutte le proprie speranze di successo. Tra lo stress, le preoccupazioni, la mancanza di soldi e un ex fidanzato che le ha spezzato il cuore, la sua non sembra proprio essere la vita che ha sempre sognato: ha 29 anni e la sensazione di non avere più il controllo su niente. Ma grazie all’incontro sovrannaturale con il curioso “spirito della casa” di Seconds Katie scopre un modo inaspettato di “correggere” il passato e rimediare ai propri errori. Una scappatoia fin troppo facile, che metterà a rischio la sua stessa esistenza e quella di tutto il mondo da lei conosciuto.

Ho sentito parlare di questo fumetto (graphic novel è una sotto categoria dei fumetti, ribadiamolo un'altra volta) nel blog di Yue (e se ancora non lo seguite cliccate sul nome che vi si aprirà un mondo). Non ne aveva parlato proprio benissimo, quindi non ero interessata ad acquistarlo. Però me lo sono vista apparire in biblioteca e quindi oltre a ricordarmi di avere a disposizione una biblioteca "ganzissima" ho deciso di leggerlo. E devo dire che mi è piaciuto tantissimo. Innanzitutto i personaggi femminili risultano addirittura più approfonditi di quelli maschili, anche se sapevo bene che l'autore li avrebbe valorizzati visto che ha creato Ramona Flowers; uno dei personaggi migliori di Scott Pilgrim e se non avete visto la trasposizione cinematografica rimediate subito. Si parla anche di spiriti della casa, quindi anche il mio feticcio per le case (in questo caso ristoranti) è stato soddisfatto. Ammetto che la protagonista è un po' lenta ad arrivarci e il lettore percepirà subito l'esagerazione nel cambiare così tanti fatti della propria vita. I disegni sono bellissimi: coloratissimi e anch'essi come la storia esagerati (in senso buono). Infatti ci ho messo molto tempo a leggerlo perché mi incantavo su molte tavole. Volendo la storia ha una sua morale, è piccola e sembra quasi insignificante ma c'è: imparare ogni tanto ad accontentarci della nostra vita. Tra l'altro Katie ha sempre avuto davanti a sé la risposta giusta ma non l'ha mai notata (un po' come nella serie Fargo con quel benedetto poster che è sempre stato sotto gli occhi del protagonista. Sul giusto o sbagliato si può discutere). Poi a livello di atmosfere si cade nella confusione più totale; è un'esplosione di stati d'animo. Quindi la confusione c'è e tanta ma al contrario di ciò che si potrebbe pensare non rovina la storia. Secondo me non è memorabile, non è un capolavoro ma una piccola perla da tenere in considerazione.

Come non amare Hazel?

8 commenti:

  1. Nonostante sia rimasto ustionato dal finale di Scott Pilgrim, penso che questa nuova opera di O'Malley la prenderò.

    RispondiElimina
  2. Ne ho sentito parlare abbastanza anche io sul web ^^
    Il disegno sembra proprio bellino! Se mi capita qualche occasione gli concedo una chance :) anche se...da me le biblioteche ganze non ci sono ;__;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da questo punto di vista sono molta fortunata, c'è una bella varietà e diciamo che, per me che ora come ora non sto lavorando, la biblioteca è un bel posto dove trovare anche le novità :D

      Elimina
  3. L'ho regalata ad un'amica perché mi sembrava la graphic adatta a lei e ha detto che è molto carina, non un capolavoro ma si legge bene. Mi sa che ci darò un'occhiata appena possibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì non te ne pentirai XD

      Non sapevo leggessi anche fumetti, ben venga ;)

      Elimina
  4. Anche io l'ho trovato molto carino. :)

    RispondiElimina