venerdì 28 novembre 2014

The Babadook di Jennifer Kent


Quanto mi mancava scrivere; di qualsiasi cosa. Tra il lavoro che mi porta via molto tempo, lo stress e alcuni film brutti nei quali inciampo non trovavo il film giusto con il quale ricominciare. Avevo sentito parlare di questo film da un bel po' di tempo (forse dal mese scorso) ma il fatto è che degli horror non mi fido. Va sempre a finire che ne guardo uno tutta emozionata alla ricerca di qualcosa di diverso e so già come andrà a finire, insomma mi ritrovavo nello schermo sempre davanti ai soliti cliché horror. Poi è arrivato questo film, potevo andarlo a vedere al Torino Film Festival, ma sapete ancora il lavoro (della serie hai un gruzzoletto ma non hai tempo per spenderlo). Non saprei se sia un horror o un thriller ma solitamente non mi curo di catalogare ogni cosa che vedo, sinceramente è inquietante ma non spaventoso da farvi urlare, anche perché non era questo l'effetto che cercavo. Una cosa che mi ha colpita e che noto sempre è l'atmosfera e l'ambientazione, sopratutto per raccontare questa storia un po' claustrofobica era importante ricreare un'ambiente familiare deprimente. Ed infatti le cose stanno così; la mammina ha perso il marito e deve gestire un bimbo iperattivo e parecchio rompipalle visto che urla ogni due secondi. Poi spunta fuori (mi sarebbe piaciuto capire da dove) un libro per bambini che si chiama Mr. Babadook, in pratica subito dopo il bambino comincia ad avere paura di questo mostro "immaginario" e la madre si unisce. La cosa incredibile è che quando ti sembra di aver capito come andrà a finire (rispettivamente nella scena molto creepy quando il libro "ritorna" dai proprietari una seconda volta) il finale sa sorprendere e si rivela inaspettato. Bravissima poi Essie Davis nei panni nella mamma nevrotica e molto stressata, è riuscita a dare tutte le sfumature che il personaggio meritava, sopratutto verso gli ultimi minuti. La cosa figa del film non è soltanto questo libro per bambini (è perfetto) ma anche il fatto che questo mostro; il signor Babadook, ci venga mostrato per intero soltanto in una scena, poi tutto il crescendo si basa in realtà su dettagli (come il vederlo in un film alle due di notte o notare i suoi vestiti dalla polizia), ombre e rumori che urlano maledizioni. Ho adorato la fotografia. E alcune inquadrature sono geniali, in particolare quando lei va a nanna e anche quando si risveglia, sembreranno scemenze ed invece ogni cosa è buona per creare un'alone "invecchiato" attorno al film. Ebbene sì sembra un film dell'orrore di altri tempi, le notevoli citazioni cinematografiche (anche perché lei era una scrittrice, capirai se non è anche un po' cinefila) scorrono su questa vecchia televisione che la famigliola infelice possiede.
Un'altro fatto che accresce l'approvazione per questo film è il fatto che la regista sia donna e sia australiana; una certa Jennifer Kant che dirige il suo primo lungometraggio, tra l'altro sbirciando tra alcuni commenti ho una piccola chicca da mostrarvi; lei ha preso spunto da un corto dal nome Monster che aveva diretto e scritto lei stessa in passato, come al solito la piattaforma Vimeo (ben più ganza di Youtube) offre l'intero corto, ve lo lascio qui sotto.



E' proprio il caso di dire che non è il solito horror ed è dura rimanere delusi, considerando anche il fatto che le mie aspettative erano molto alte. Ben fatto, non si scontra troppo con i soliti luoghi comuni che sanno di già visto. Uscirà mai in Italia? Io lo spero proprio anche perché me lo andrei sicuramente a rivedere.

10 commenti:

  1. Ne stanno parlando tutti benissimo.
    Devo assolutamente recuperarlo.

    RispondiElimina
  2. l'ho visto da poco anche io e mi è piaciuto tantissimo! una chicca è che mentre lei insonne guarda la tv, sullo schermo c'è l'ultimo episodio de i tre volti della paura di Bava <3

    RispondiElimina
  3. L'ho amato. Ti ho detto tutto su Facebook.
    Protagonista assurdamente in gamba. :)

    RispondiElimina
  4. Devo recuperarlo anch'io. D'altronde, il sapere che esistono donne che dirigono horror è un sogno che si avvera! :D

    RispondiElimina
  5. Mr Ink: concordo su tutta la linea

    Jean: dovrebbe diventare una cosa normale e non solo con gli horror :)

    RispondiElimina
  6. un film a cui la definizione di horror sta decisamente stretta....però è meglio che avverti che non devono guardare Monster prima di The Babadook , altrimenti si rovinano il finale....

    RispondiElimina
  7. Davvero molto bello! Era da molto che non vedevo un horror così :D e grazie per aver messo il corto :)

    RispondiElimina