giovedì 14 agosto 2014

Utopia, stagione 2


Ricordate Black Mirror? Beh era una grandiosa serie inglese che è composta da due stagioni e racconta di come la tecnologia possa essere dannosa per l'uomo con un pizzico di complottismo. Utopia invece è una specie di fratello molto forzuto che potrebbe arrivare ad una terza stagione (è necessaria una terza stagione altrimenti vado a minacciare quelli di Channel 4 con un virus come quello di questa serie). La scorsa stagione si era aperta con un graphic novel molto particolare che possedevano solo cinque personaggi, il graphic novel narra di una potenziale arma di distruzione di massa, questi cinque personaggi saranno tutti in pericolo poiché sono nell'occhio del mirino di una misteriosa società chiamata The Network campeggiata dalla figura di Mr. Rabbit che vuole conoscere il segreto del fumetto conosciuto con il nome di Utopia. Nella scena iniziale del pilot uno psicopatico fa un massacro in una fumetteria dove chiede la fatidica domanda simbolo della serie "where's Jessica Hyde?". E' un thriller cospirativo, appunto una storia utopistica ma come sempre è meglio non escludere mai nulla (chissà che non succeda anche nella realtà). Comunque non è cosa buona svelare troppo sulla trama proprio perché è una delle parti migliori della serie. Purtroppo ho notato che il serial è abbastanza sconosciuto benché nel paese natio abbia riscosso un successo non indifferente, grazie alle atmosfere sinistre, alle supposizioni, agli intrecci e a tanto altro. La prima stagione mi era piaciuta tantissimo ma con questa si sono proprio superati, questa si apre in Italia in occasione della morte di Aldo Moro conosceremo le origini di tutto questo complotto ai danni dell'umanità (vediamo anche un attrice dalla serie Game Of Thrones ex amante di Jon Snow) per poi tornare qualche giorno dopo al presente e quindi assieme ai personaggi della prima stagione. Gli attori (davvero) nessuno escluso sono tutti bravissimi (notare fino a qual punto è arrivato uno degli attori più secondari dell'esplosivo Misfits), in particolare in questa stagione alcuni personaggi hanno subito un evoluzione continua, parlo dello psicopatico (Pietre), Jessica Hyde e Wilson, oh Wilson.
Nella prima stagione il colore predominante era il giallo fluo e l'immagine assai inquietante del coniglio (se non è cinematografico questo, basti pensare a conigli influenti come Frank in Donnie Darko o la serie Rabbits di David Lynch), in questa stagione oltre al giallo si aggiunge il verde, ma questi non sono solo i colori delle inquietanti valigette che si portano appresso i due psicopatici della prima e seconda stagione, ma sono anche i colori predominanti nella fotografia, una fotografia intrisa di una bellezza pazzesca che sicuramente vi soffermerete ad ammirare in qualche frame.


Della trama ormai qualcosa ho detto e quindi avrete capito che è meritevole, è una serie curatissima e proprio a causa di ciò ogni stagione di compone di 6 episodi, non so se avevo detto già da qualche parte che le serie con poche puntate mirano sulla qualità e non sulla quantità, ma ormai penso si fosse capito che gli inglesi tirano fuori quasi ogni anno serie meritevoli che però molte volte passano in sordina, mentre quelle più mainstream diventano fandom comune sul web.
La musica è curata interamente da Cristobal Tapia de Veer e sottolinea i tratti inquietanti e ansiogeni delle scene anche con un mix di suoni non proprio comune, il tutto è orchestrato ad arte per regalare un po' di sana ansia allo spettatore.


Alcune scene sono molto secche e cruente e aiutano proprio ad entrare nel mood dei massacri. Però come cercavo di dire prima ogni volta cerco di non svelare troppo della storia e invece finisco sempre per aggiungere qualcosina.
Quindi in conclusione; una stagione fenomenale, io arriverei anche l'aggettivo capolavoro ma ho paura di sembrar banale, una stagione piena zeppa di rivelazioni, di personaggi che non potrete classificare come buoni o cattivi (come pro o contro) proprio perché chi è buono è un potenziale cattivo, chi è cattivo è un potenziale buono, come nella vita vera. Se vi piacciono i complotti allora la adorerete proprio come l'ho adorata io.
Una serie senza se e senza ma, è assolutamente da guardare, consiglio vivamente la visione a tutti e speriamo che un giorno arrivi anche in Italia.
Una delle migliori serie che potrete avere la fortuna di vedere.

4 commenti:

  1. Eh già, serie meravigliosa, a partire dalla trama (intensa e misteriosa) per non parlare dei dettagli tecnici (inquadrature da mozzare il fiato).
    Se non la rinnovano, vengo con te a minacciare quelli di Channel 4 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai speriamo si farebbero del male da soli quelli di Channel 4 a non rinnovarla xD

      Elimina
  2. Sembra molto interessante, sopratutto per la fotografia e i "riferimenti" che fai a Lynch, lo metto in lista da vedere prossimamente (anche se i 2 episodi che ho visto di Black Mirror mi hanno un po' deluso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah che peccato a me black mirror è piaciuto tantissimo

      Elimina