giovedì 8 maggio 2014

2 Broke Girls - stagione 3, Michael Patrick King e Whitney Cummings

Quanto è bona?

New York. Nei bassifondi di Brooklyn c'è una tavola calda, il Williamsburg Diner, gestita da un personale oltremodo singolare. Tra di loro c'è Max, una cameriera risoluta e sarcastica, che in pratica porta avanti da sola l'intera baracca. La ragazza è un po' disillusa per via della sua condizione sociale, di conseguenza vede la vita con molto cinismo; tuttavia possiede delle grandidoti culinarie che esprime attraverso la sua specialità, i cupcake, dei dolci artigianali che vende con discreto successo all'interno del locale. Frequenti sono i suoi battibecchi con Oleg, il perverso cuoco d'origini ucraine, e col proprietario Han, un timido ed impacciato immigrato coreano; l'unico collega con cui Max va d'accordo è Earl, l'anziano cassiere con la passione della musica. Questa movimentata ma in fin dei conti scialba routine, che non da' alla ragazza prospettive per il futuro, cambia radicalmente quando a Max viene affiancata una nuova collega, Caroline, che si rivela essere la figlia caduta in rovina di Martin Channing, un famoso uomo d'affari finito in carcere a seguito di un grosso scandalo finanziario. La ex rampolla dell'alta società è maldestra e del tutto incapace nel mestiere ma, pur di fronte a dei prematuri giudizi, viene presa da Max sotto la sua ala protettiva, ospitandola come coinquilina a casa sua e stabilendo con lei una bizzarra ma sincera amicizia. Nonostante l'apparenza, Caroline è una ragazza decisamente sveglia e l'aver frequentato le migliori scuole l'ha dotata di molta inventiva e di uno spiccato senso imprenditoriale. Notando la maestrìa culinaria dell'amica, le propone di sfruttare questa sua dote in modo più proficuo, così da diventare socie d'affari: con le mance della tavola calda e la vendita dei cupcake, cercano di mettere insieme quanti più soldi possibili per aprire una pasticceria, affinché entrambe possano riscattarsi dalle rispettive situazioni. A darle una mano nei loro progetti arriva inoltre Sophie, la vicina di casa di Max e Caroline, una donna in carriera che le prende in simpatia e le aiuta ad emergere nel difficile mondo degli affari.

2 Broke Girls è il mio guilty pleasure però rende soltanto se visto in originale altrimenti si rischia di perdere proprio il senso delle battute made in USA che rese in italiano (ho provato a vedere qualche puntata doppiata) non hanno lo stesso senso e sopratutto rischiate di perdervi le battute della geniale Max Black interpretata dalla bellissima e bravissima Kat Dennings. In questa stagione oltre alla marea di cupcakes da acquolina in bocca finalmente ci sembra essere una svolta in questa "amicizia" visto che gli sceneggiatori hanno più volte ammesso di voler far nascere del tenero tra le due, infatti puntualmente tutte le relazioni finiscono male e secondo me è perché queste due così diverse (anche se Caroline ha subito un evoluzione grazie alla compagnia di Max) sono proprio destinate a stare insieme, o almeno questo è quello che dice il mio animo romantico che non vuole mai tacere.
E sinceramente i maschietti di questa stagione (come il fidanzato di Max che ho già visto nel geniale ma purtroppo finito Apt. 23) non sono nulla in confronto agli addominali del tizio del pilot, ma proprio zero. Detto questo come miglior personaggio merita sempre e comunque una nomina speciale Sophie che ogni volta che entra in scena viene giustamente accolta con molti applausi. Non sono mai stata una grande amante delle sit-com in genere ma questa, anche se con questa stagione sono calate le risate, fa sempre il suo dovere e cioè intrattiene e libera la mente, per 20 minuti io sono con le ragazze. Oltretutto come plus finalmente si entra nello shipping per Caroline e Max. Non è la stagione migliore ma io continuo a seguire la serie con piacere. E ormai Second Chance dei Peter, Bjorn and John mi ricorderà sempre questo serial.
Se volete una presentazione perfetta di Max Black lei potrebbe rispondervi che è tutte le ragazze morte di American Horror Story.

8 commenti:

  1. sempre grandi!

    dici che alla fine max e caroline si metteranno insieme?
    non c'avevo pensato, però non mi spiacerebbe :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hanno detto gli sceneggiatori in un intervista dai la speranza è l'ultima a morire

      Elimina
  2. la penso come te sulla storia tra Max e Caroline! Però gli sceneggiatori sono creature malvagie e mi sa che rimarremo a bocca asciutta. Comunque io voglio le ovazioni di sottofondo quando entro nelle stanze come Sophie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì penso anch'io, Sophie ogni volta che entra in scena illumina tutto, ci vorrebbero per tutti delle ovazioni

      Elimina
  3. Non ho mai visto una puntata, anche perché le sitcom mi attirano fino a un certo punto. Però la presenza di Kat Dennings...

    RispondiElimina
  4. Neanch'io sono un amante delle sit com ma questa è l'eccezione che conferma la regola semmai volessi drogarti di Max Black rigorosamente in originale

    RispondiElimina
  5. Non ho seguito per nulla questa serie ma sono rimasta incantata dalla maniera che tu hai di recensirla...
    Grazie dal più profondo del cuore per la tua preziosa iscrizione che ho ricambiato con infinito piacere..
    Vado a salvare il tuo blog tra i preferiti e ti invio mille baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Nella sei troppo carina sono commenti come questo che mi mettono la voglia di scrivere

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...